Stampa

La pena oltre il carcere

La pena oltre il carcere. Interventi e azioni innovative per favorire il recupero sociale di detenuti, ex
detenuti e persone soggette a provvedimenti dell'autorità giudiziaria
è il nuovo progetto nazionale finanziato dal Ministero del lavoro e politiche sociali con i fondi della legge 383/00, lett. f) anno finanziario 2016, che prenderà avvio il 4 settembre 2017 con una durata prevista di 15 mesi.

Il progetto è realizzato in partenariato con CICA, Coordinamento italiano delle case alloggo delle persone con Hiv/Aids.

Il progetto si propone di indagare, conoscere e sperimentare esperienze innovative nell'ambito delle pratiche di giustizia riparativa nelle organizzazioni associate di CNCA e CICA, al fine di favorire il recupero sociale di detenuti, ex detenuti e persone soggette a provvedimenti dell'autorità giudiziaria sia adulti che minori.

Questa finalità generale sarà raggiunta attraverso un insieme coordinato di azioni che puntano a:

• migliorare le abilita’ nei detenuti e nelle persone e dei soggette a provvedimenti dell’autorita’ giudiziaria, relative alla propria occupabilita’ attraverso percorsi educativi e di accompagnamento territoriale;
• migliorare i percorsi d’inclusione sociale di detenuti e persone soggette a provvedimenti dell’autorita’ giudiziaria attraverso pratiche di giustizia riparativa, favorendo l’acquisizione della consapevolezza circa la gravita’ del reato commesso e delle sue conseguenze nella dimensione personale e sociale, anche con attenzione alla riparazione del danno alle vittime;
• migliorare conoscenze e abilità negli operatori sociali del pubblico e privato sociale impegnati nei percorsi di accompagnamento territoriale e tutoraggio dei detenuti e delle persone soggette a provvedimenti dell’autorita’ giudiziaria, attraverso attivita' di formazione e scambio di esperienze;
• rafforzare la capacita' delle istituzioni pubbliche di collaborare e cooperare tra loro e con le realta' del terzo settore, a favore dei percorsi di inclusione sociale dei detenuti e delle persone soggette a provvedimenti dell'autorità giudiziaria, attraverso la definizione di intese, protocolli e linee guida operative;
• contribuire a diffondere presso l'opinione pubblica e gli addetti ai lavori una cultura della pena e della giustizia che non la identifichi solo con il carcere, facendo conoscere correttamente e in tutta la sua complessita' il mondo dell'esecuzione penale.

Il progetto è diretto da Riccardo Poli e coordinato da Hassan Bassi, in raccordo con i 2 gruppi tematici nazionali Dipendenze e carcere, Infanzia, adolescenza e famiglie del CNCA. Per CICA il riferimento per le attività è il presidente Paolo Meli.

pdfLeggi il documento integrale del progetto approvato.

 

Copyright © 2013 CNCA - Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza - Via di Santa Maria Maggiore, 148 - 00184 Roma
Tel. +39 06-4423 0403 - Fax +39 06-4411 7455 - Email: info@cnca.it - Pec: cnca@pcert.postecert.it - CF 05009290015

gratis porno

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.