Stampa

Gruppo Spiritualità, laboratorio con Goffredo Fofi

A Lecco, l'8 maggio

Il Gruppo Spiritualità del CNCA organizza un laboratorio con Goffredo Fofi che si terrà a Lecco, Casa sul Pozzo, corso Bergamo 69, martedì 8 maggio dalle ore 15,30 alle 18. L'incontro si svilupperà sui temi raccolti nel libro Grammatica di minoranze, redatto dallo stesso Gruppo.

Qui sotto una breve informazione su Goffredo Fofi tratta da Wikipedia. Altre informazioni le troverete nel sito www.comunitagaggio.it nelle News. Reazioni al testo Grammatica di minoranze le potete leggere nello stesso sito alla rubrica Blog-gaggio.

In serata vi sarà un colloquio pubblico proposto e curato da l'Altra Via/Il Viaggiatore leggero di Calolziocorte sempre alla Casa sul pozzo.


Scheda - Goffredo Fofi

Nel 1955, a diciotto anni, raggiunto dall'eco delle imprese di Danilo Dolci, lascia Gubbio per giungere nella Sicilia del tempo, arcaica e poverissima. È profondamente affascinato dal filosofo di Partinico, dalle sue battaglie a fianco dei disoccupati, dagli scioperi al rovescio, dalla lotta alla mafia costruita sul fondamento di un pacifismo gandhiano a quei tempi ancora sconosciuto in Italia.

In un'intervista pubblicata su la Repubblica del 14 aprile 2007, intitolata Goffredo contro tutti e rilasciata in occasione dei suoi settant'anni, spiega che gli scioperi al rovescio «Consistevano, per esempio, nell'asfaltare una strada bianca con un gruppo di disoccupati. E rivendicare il diritto al lavoro». I carabinieri gli firmarono il foglio di via «Per avere insegnato senza percepire stipendio». Lucio Lombardo Radice scrisse in sua difesa un editoriale sulla prima pagina de l'Unità: «Delitto d'alfabeto».[1]

La sua visione da intellettuale engagé è da sempre volta alla costruzione di una rete alternativa alla cultura del consumismo e della omologazione. Saggista, critico teatrale, letterario e cinematografico, è divenuto nel tempo una voce autorevole del panorama culturale nazionale. Il suo impegno critico si è incentrato soprattutto sul rapporto tra realtà sociale e la sua rappresentazione artistica. Ha contribuito alla nascita di riviste storiche come i Quaderni Piacentini, La Terra vista dalla Luna, Ombre rosse, Linea d'ombra. È direttore della rivista Lo Straniero, da lui fondata nel 1997 e ideatore del Premio Lo Straniero. È inoltre consulente editoriale e collabora con le riviste Panorama, Internazionale e Film TV.

 

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.