Stampa

Master di formazione per operatori delle dipendenze

MASTER DI FORMAZIONE PER OPERATORI DELLE DIPENDENZE "COMUNITÀ IN CAMBIAMENTO"

TRA PROGETTAZIONE INDIVIDUALIZZATA E NUOVE PROFESSIONALITÀ TRA PERCORSI DIVERSIFICATI E NUOVE DOMANDE?

MONTESILVANO 21-22-23-24 FEBBRAIO 2006

 

Il CNCA (Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza), dopo il master sulle comunità di Montesilvano e su sollecitazione degli operatori lì riuniti, ha deciso di sviluppare ulteriori luoghi e spazi di riflessione sull’evoluzione dell’essere comunità in un momento storico di grande cambiamento e trasformazione. Le domande ed i bisogni a cui siamo chiamati a rispondere mutano rapidamente, le persone accolte e il sistema dei servizi diventano più complessi, nuove problematiche ci interrogano. Come costruire insieme un nuovo pensiero dell’essere operatori di comunità tra nuove competenze, problemi complessi e idealità profonde?

Il CNCA, attraverso il gruppo dei referenti sulle dipendenze, promuove – dopo il lavoro di ricerca ed elaborazione con Molteni e le proposte di formazione specifica (maternità indipendente, sostanze senza dimora, tossicodipendenze e lavoro, ecc.) dell’anno scorso – un master di primo livello della durata di 4 giorni sul lavoro in comunità per tossicodipendenti, che ha come specifico fuoco di attenzione la trasformazione dei percorsi e dei trattamenti tra farmaci, problematiche psichiatriche, cronicità e nuovi modelli di collaborazione pubblico privato. Il percorso, organizzato tramite un finanziamento specifico ottenuto dalla Molteni, si propone di:

– promuovere la riflessione del CNCA sul tema "comunità", multiproblematicità e "dipendenze" in cui, quindi, il tema farmaci, psicofarmaci, farmaci sostitutivi è importante, ma non è l'argomento principale. Insieme – con docenze, stimoli e confronti – proveremo a parlare di diagnosi, progettazione individualizzata, tempi di trattamento, il cambiamento del ruolo dell’operatore di comunità, l’autonomia, ecc. Il seminario vuole essere un laboratorio dove elaborare la cultura CNCA sulle dipendenze. Per questo sarà importante recuperare i materiali del master dove si confronteranno una gamma vasta di realtà, anche molto diverse e forse contraddittorie, creare spazi di confronto tra le nostre molte esperienze e costruire ipotesi di lavoro.

– recuperare e sviluppare i contatti e lo scambio tra le nostre realtà che lavorano sulle dipendenze, attivare – soprattutto nelle fasi ulteriori del percorso – possibilità di confronto e collaborazione con le altre realtà del sistema nazionale delle dipendenze (Federserd, Itaca, Sitd, ecc.) e le varie nostre competenze interne, ma anche costruire occasioni di visibilità per la nostra Federazione così da conservare l'alta affidabilità e la credibilità su questi temi costruite in questo periodo.

Il Master

Si concretizzerà in un modulo formativo per 60/80 persone e avrà luogo in un’unica sede nazionale sita a Montesilvano (Pescara). Sarà rivolto soprattutto a responsabili ed operatori esperti delle comunità e di tutti i servizi sulle dipendenze che trattano tossicodipendenti, anche in trattamento farmacologico, (per cui anche drop in, dormitori, unità mobili, equipe carcere, ambulatori sociosanitari, ecc.).

Il master verterà sulla presentazione di relazioni di specialisti nazionali dal contenuto teorico e sull'approfondimento dei temi attraverso gruppi di lavoro con restituzioni in plenaria ed ulteriori momenti di approfondimento comune.

Il lavoro di questo primo modulo formativo dovrebbe poi essere propedeutico ad un secondo percorso di approfondimento che verrà attivato nella seconda parte dell’anno, organizzato in una versione per il centro nord ed una per il centro sud, che dovrebbe affrontare i temi degli strumenti e delle procedure applicative connesse alle tematiche affrontate nel modulo formativo iniziale.

Metodo

4 giorni su questi temi – dal 22 al 25 febbraio 2006 – con molti momenti di scambio, conoscenza e approfondimento anche delle esperienze che molti nostri gruppi stanno realizzando.

Un percorso interno in cui cercheremo di ascoltare, confrontarci ed imparare... per poi andare a discutere in plenaria su come costruire elementi di un sistema del CNCA di approccio a questi temi e di possibile integrazione pubblico privato.

Mattinata di relazioni e pomeriggio di riflessioni, sintesi e confronto serale con i relatori del mattino.

2/3 relatori per mattinata, pomeriggi in gruppo e ritorno in plenaria con relatori del mattino.

Un luogo in cui apprendere, elaborare e costruire legami per continuare anche successivamente a produrre senso.

BOZZA DEL PROGRAMMA DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO

Ipotesi 21-22-23-24 febbraio 2006 (in attesa di conferma dei relatori previsti)

21 FEBBRAIO

ORE 10 relazioni su:

Diagnosi di dipendenza: quali significati e quali modelli? (relatori probabili: Pier Paolo Pani, Maurizio Fea): analisi di vari tipi di approccio, dal DMS IV, all'ASI e all'EuropASI ecc...

ORE 14 pomeriggio: gruppi di lavoro e di scambio condotti da tutor della Federazione esperti sui temi

ORE 17,30 ritorno in plenaria con i relatori del mattino per una restituzione dei gruppi e confronto

22 FEBBRAIO

ORE 9,30 relazioni su

Doppia diagnosi, comorbilità tra disturbo e patologia: quale percorso? (relatori probabili per l’area psichiatrica Rigliano, Dell'Acqua o Culicchia, Madeddu; per le dipendenze Pirastu, Grosso, D’Egidio). Vedi anche il lavoro fatto nei laboratori delle Marche (Bricolo, Semboloni) e nei protocolli del progetto Mosaico.

ORE 14 pomeriggio: gruppi di lavoro e di scambio condotti da tutor della Federazione esperti sui temi

ORE 17,30 ritorno in plenaria con i relatori del mattino per una restituzione dei gruppi e confronto

23 FEBBRAIO

ORE 9,30 relazioni su:

Programma terapeutico, farmaci sostitutivi e gestione degli psicofarmaci: quali le trasformazioni in itinere? (relatori possibili Vendramin, Tidone, Balestra, l'analisi di Bessimo, i risultati della ricerca Molteni)

ORE 14 pomeriggio gruppi di lavoro e di scambio condotti da tutor della Federazione esperti sui temi

ORE 17,30 ritorno in plenaria con i relatori del mattino per una restituzione dei gruppi e confronto

24 FEBBRAIO

ORE 9,30 relazioni su:

Quali modelli di progettazione e modelli di integrazione tra pubblico e privato tra certificazione e procedure condivise... (Alta integrazione: Lucchini o Fea per Federserd; De Facci o Grosso per il CNCA)

Discussione sulla pari dignità/titolarità sui temi: programma terapeutico, farmaco, diagnosi e doppia diagnosi.

ORE 14 pomeriggio: gruppi di lavoro e di scambio condotti da tutor della Federazione esperti sui temi

ORE 17,30 ritorno in plenaria con i relatori del mattino per una restituzione dei gruppi e confronto

VI INVIAMO UNA PRIMA BOZZA SEMIDEFINITIVA DEL PROGRAMMA, IN ATTESA DELLA CONFERMA DEI RELATORI PREVISTI.

VI CHIEDIAMO DI MANDARCI LE VOSTRE ISCRIZIONI AL PIÙ PRESTO IN QUANTO RITENIAMO DI POTER ACCOGLIERE AL MASSIMO 80 PARTECIPANTI. TALE SCELTA È STATA FATTA PER PERMETTERE UN VERO LAVORO DI GRUPPO E SCAMBIO NONCHÉ GLI APPROFONDIMENTI NECESSARI.

PER I COSTI: I PARTECIPANTI AL CORSO DOVRANNO FARSI CARICO SOLO DEL PAGAMENTO DEI VIAGGI E DELL’ALBERGO (COSTI CHE SAPPIAMO ESSERE PIUTTOSTO BASSI NEGLI ALBERGHI CHE CI OSPITERANNO A MONTESILVANO) IN QUANTO IL CNCA SI FARÀ CARICO DI TUTTE LE SPESE ORGANIZZATIVE E DEL RIMBORSO AI RELATORI.

P.S. PER I GRUPPI CHE FOSSERO IN GRAVI DIFFICOLTÀ ECONOMICHE, TALI DA PREGIUDICARE LA LORO POSSIBILE PARTECIPAZIONE AL MASTER, VI CHIEDO DI CONTATTARMI DIRETTAMENTE IN QUANTO ABBIAMO PREVISTO LA POSSIBILITÀ, PER UN CERTO NUMERO DI PARTECIPANTI, DI COPRIRE LA LORO TOTALE PRESENZA.

PER IL GRUPPO DEI REFERENTI PER LE DIPENDENZE

RICCARDO DE FACCI

 
.

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.