Cosa facciamo

Attività associative

Al CNCA possono associarsi solo enti del terzo settore: associazioni di promozione sociale e di volontariato, imprese sociali, fondazioni, enti morali, organizzazioni religiose, che perseguano le proprie finalità statutarie senza scopo di lucro e mediante attività di interesse generale.

 

L’organizzazione che aderisce al CNCA entra in una rete articolata su due livelli. Un livello regionale, costituito da tutti gli associati in una medesima regione o più regioni limitrofe, che fanno capo a una Federazione regionale, soggetto con una propria personalità giuridica. Un livello nazionale che è rivolto alla totalità degli associati.

 

Le Federazioni regionali organizzano un’attività associativa propria. Sono luoghi di scambio e di discussione sui temi del welfare soprattutto comunale e regionale, permettono di costruire alleanze, assicurano il passaggio di informazioni e la formazione di prese di posizione condivise. Aderiscono a campagne e reti locali o si attivano su input di campagne nazionali, promuovono iniziative e manifestazioni. Insomma, costituiscono un luogo privilegiato per agire un protagonismo sociale e politico più incisivo sul proprio territorio.

 

A livello nazionale, l’attività associativa ruota intorno alle Aree di coordinamento articolate in Gruppi tematici, che favoriscono uno scambio di opinioni ed esperienze tra operatori attivi in tutta Italia su ambiti specifici di intervento (dipendenze, minori, prostituzione e tratta…). I Gruppi tematici e le Aree – che intrecciano più ambiti – sono strutture in cui si discute delle politiche nazionali, si elaborano documenti, si organizzano seminari e iniziative di formazione aperti a tutti i soci e, spesso, anche a esterni.

 

A livello nazionale, poi, sono previste due Assemblee dei soci all’anno e, ogni due anni, un’assemblea a Spello che si propone di aprire riflessioni sugli scenari nazionali e globali, sull’intreccio sociale-economia-ambiente, utilizzando più linguaggi, compresi quelli della cultura e dell’arte.


Il CNCA è, dunque, un luogo di incontro che non si limita a mettere in contatto “specialisti” di diversi ambiti di policy, ma ha l’ambizione di essere un catalizzatore di pensieri lunghi, profondi e meticci, per affrontare i cambiamenti in corso come attori protagonisti, ispirati anche dai temi dei nuovi modelli di impresa sociale, delle diverse forme di sviluppo di comunità, da un approccio all’economia solidale, sociale e circolare.

X