fbpx

Al via ”Informatica in Comunità 2010”

Il progetto intende facilitare l’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate. Promotori CNCA, Microsoft e Fondazione Adecco per le Pari Opportunità

Parte “Informatica in Comunità 2010”
la nuova edizione del progetto nato per facilitare, attraverso l’informatica,
l’inserimento nel mondo del lavoro delle persone socialmente svantaggiate

Realizzata da CNCA in collaborazione con Microsoft Italia e Fondazione Adecco per le Pari Opportunità,
la quarta edizione del programma raggiungerà oltre 5.000 persone in 8 regioni

Quest’anno l’iniziativa sarà rivolta non solo agli ospiti delle comunità ma anche agli operatori CNCA
per migliorare l’informatizzazione del no-profit

Milano, 19 gennaio 2010 – Profit e no-profit sempre più uniti in nome di un progetto comune che ha obiettivi ambiziosi: la riqualificazione professionale e il reinserimento nel mondo del lavoro delle persone svantaggiate. Questo è quello che si propone Informatica in Comunità, una scommessa che dura da quattro anni e che vede come promotori CNCACoordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, Microsoft Italia e Fondazione Adecco per le Pari Opportunità.La quarta edizione del progetto si presenta con diverse novità. Innanzi tutto una maggiore capillarità sul territorio con l’aggiunta di due nuove regioni, Toscana e Trentino, alle sei toccate l’anno passato (Lombardia, Umbria, Calabria, Emilia Romagna, Piemonte, Puglia), per un totale di 8 regioni e oltre 5.000 persone coinvolte. Quest’anno, inoltre, il progetto amplia i propri confini fino a formare non solo le persone in situazioni di disagio (tossicodipendenti, persone con disabilità, persone affette da disturbi psichiatrici, rom, donne separate o con figli minori a carico, disoccupati di lunga durata) ma anche gli operatori del sociale, per contribuire al miglioramento dell’efficienza del settore no-profit attraverso la formazione.

I corsi, articolati in moduli di 3 ore ciascuno a cui partecipano gruppi di 8 persone per volta, permettono ai partecipanti di apprendere in modo semplice e diretto come usare il pc, dai primi rudimenti ai programmi di videoscrittura e ai fogli di calcoli fino alla navigazione in Internet e all’utilizzo della posta elettronica.

Ma l’informatica può essere una via per la riqualificazione professionale e per il reinserimento nel mondo del lavoro di persone socialmente svantaggiate? E’ questa la domanda e l’obiettivo che si pone quest’anno il progetto. A dare la risposta sono i risultati della terza e ultima edizione, partita a gennaio 2009: dei 4.200 partecipanti coinvolti, ben 500 hanno intrapreso un percorso di reinserimento lavorativo e oltre 90 a giugno avevano già trovato un impiego. Un numero molto alto, considerando che spesso le persone che frequentano i corsi stanno attraversando un percorso di riabilitazione molto lungo che non permette un immediato ingresso nel mondo del lavoro.

Partner e sostenitore dell’iniziativa è, anche quest’anno, futuro@lfemminile, il progetto di responsabilità sociale ideato da Microsoft Italia in collaborazione con Acer, che negli anni scorsi ha promosso i primi corsi gratuiti per le donne di alcune comunità di accoglienza. Il supporto di futuro@lfemminile nell’edizione 2010, come nelle precedenti, oltre a favorire l’alfabetizzazione informatica di base, sarà focalizzato sull’inserimento nel mondo del lavoro delle donne che hanno preso parte ai corsi.

Teresa Marzocchi, Consigliere di CNCA commenta – “Il progetto è una grande risorsa per le persone in difficoltà seguite dalle realtà locali della Federazione CNCA; ormai quasi tutto il territorio nazionale è coinvolto e tutte le tipologie di servizi attivati. Risorsa ancor maggiore è la collaborazione ormai collaudata con Microsoft Italia che permette la continua innovazione progettuale e operativa ormai orientata a volgere lo sguardo anche oltre i confini nazionali.”

“Informatica in comunità rappresenta un esempio del grande contributo che può dare l’IT a quella parte di popolazione finora scarsamente raggiunta da programmi di alfabetizzazione informatica: le persone coinvolte nelle precedenti edizioni hanno, infatti, tratto grandi benefici sia dal punto di vista personale, sia dal punto di vista dell’inserimento nel mondo del lavoro. – Spiega Carlo Iantorno, Direttore Innovazione e Responsabilità Sociale di Microsoft ItaliaTra le persone coinvolte nel 2009, nove su dieci sono convinte dell’utilità che avranno le nuove competenze per la ricerca di un impiego, dato molto importante se consideriamo che molti di loro, soprattutto quelli oltre i 35 anni, non hanno nemmeno potuto godere del recente inserimento dei corsi di informatica come materia obbligatoria nelle scuole.

La Fondazione Adecco per le Pari Opportunità ha deciso di riconfermare anche quest’anno il suo contributo, attraverso percorsi di educazione al lavoro estesi anche nelle nuove regioni coinvolte. Momenti d’incontro che prevedono attività di orientamento professionale e consulenza che, insieme alle competenze informatiche acquisite, mirano a rendere più autonomi nella ricerca del lavoro, cercando di agevolare la reintegrazione delle persone che parteciperanno al progetto.” – Conclude Claudio Soldà, Segretario Generale della Fondazione Adecco per le Pari Opportunità.

E’ possibile trovare maggiori informazioni, oltre alle testimonianze dirette dei partecipanti ai corsi, all’indirizzo http://www.microsoft.com/italy/about/citizenship/casi/cnca.mspx oppure al link https://www.cnca.it/agire-la-solidarieta/progetti/alfabetizzazione-informatica

* * *

Fondata nel 1975, Microsoft è leader mondiale nel software, nei servizi e nelle tecnologie Internet per la gestione delle informazioni di persone e aziende. Offre una gamma completa di prodotti e servizi per consentire a tutti di migliorare, grazie al software, i risultati delle proprie attività – in ogni momento, in ogni luogo e con qualsiasi dispositivo. Ogni informazione relativa a Microsoft è disponibile al sito http://www.microsoft.com/italy/ oppure all’indirizzo di posta elettronica infoita@microsoft.com Questi riferimenti sono riservati esclusivamente alla stampa

Per maggiori informazioni:

Microsoft
Barbara Minotti, tel. 02 7039.2844; cell. 331-5789601. Mail: barbara.minotti@microsoft.com

Edelman
Claudio Rascio, tel. 02-63116.208; cell. 347-6712149. Mail: claudio.rascio@edelman.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti privati o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore.

Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
X