fbpx

I diritti alzano la voce

i_diritti_alzano_la_voce_banner

Il CNCA è stato tra i promotori della campagna I diritti alzano la voce, partita nella primavera del 2009 e conclusasi nel giugno 2012. 

La campagna è nata dall’insoddisfazione di alcuni esponenti del terzo settore per come i temi del welfare e dei diritti sociali erano affrontati dalla politica e dai media e per lo stato del nostro sistema di protezione sociale.

Dal confronto che ne è seguito ha avuto origine un Manifesto per il welfare, intitolato “Il benessere è un diritto, la disuguaglianza un’ingiustizia”, presentato alla stampa e all’opinione pubblica l’1 luglio 2009.

Quel testo è stato poi rafforzato con la definizione di un Documento base generale che contiene un’analisi della situazione presente rispetto al tema dei diritti e con una proposta politica forte, di sistema, per un nuovo welfare articolata per aree di priorità: la Piattaforma politica, in cui sono indicate le proposte considerate prioritarie.

La campagna si è impegnata per una riforma del welfare fondata su precisi principi etici e politici:

  • la riaffermazione del valore della Costituzione e dei diritti di cittadinanza;la denuncia rispetto alla crescita della povertà e delle disuguaglianze e all’uso del diritto penale e del carcere come risposta ai problemi sociali;
  • la richiesta di una nuova politica, capace di farsi carico, prioritariamente, del bene e dei beni comuni;
  • il valore del lavoro, dell’istruzione, della salute, della casa, di politiche fiscali progressive, di politiche sociali ancorate a diritti universali ed esigibili.

A tal fine ha promosso prese di posizione, relazioni con istituzioni e altri soggetti politici e sociali, iniziative di mobilitazione, momenti di riflessione, attività di comunicazione.

In occasione del convegno nazionale “Universale e locale. Istituzioni e terzo settore insieme per un nuovo welfare” (novembre 2010), co-promosso dalla campagna insieme alla Regione Emilia Romagna, è stato predisposto un nuovo documento di analisi del welfare italiano.

Il 23 giugno 2011 I diritti alzano la voce e il Forum del Terzo Settore hanno portato alcune migliaia di persone davanti a Montecitorio al grido di “Basta tagli, ora diritti! Sussidiarietà, non scaricabarile!”, per protestare contro i tagli alle politiche sociali attuati dal Governo in carica e proporre una diversa visione del welfare, avanzando anche alcune proposte specifiche.

Nel novembre 2011, poi, I diritti alzano la voce e la campagna Sbilanciamoci! hanno presentato il Libro Nero sul Welfare italiano, un vero e proprio dossier, ricco di dati e informazioni dettagliate, che porta il sottotitolo “Come il Governo italiano – con le manovre economico-finanziarie e la legge delega fiscale e assistenziale – sta distruggendo le politiche sociali e azzerando la spesa per i diritti”. Anche in questo documento vengono avanzate numerose e circostanziate proposte di politica economica e sociale alternative a quelle dominanti.

Nel giugno 2012 i promotori della campagna hanno deciso di aprire una nuova fase di impegno, con la stessa ispirazione e visione, mettendo fine all’esperienza de I diritti alzano la voce per contribuire all’attività della rete “Cresce il welfare, cresce l’Italia”, alla cui nascita hanno contribuito sia la campagna sia diverse delle organizzazioni a essa aderenti. 

La campagna è stata promossa da:
Antigone, Arci, Arciragazzi, Associazione Città visibile, Associazione Familiari Alzheimer Pordenone Onlus, Associazione Welcome, Auser, Centro Iniziative e Ricerche Euromediterraneo (Cirem) – Napoli, Cittadinanzattiva, Comitato Diritti Civili delle Prostitute, Comunità Saman, Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (Cnca), Emmaus Italia, Erit Italia, Eurocare Italia, Federazione Internazionale “Città sociale” – Campania, Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap (Fish), Federazione Italiana Organismi per le Persone senza Dimora (fio.PSD), Federazione Scs/Cnos – Salesiani per il sociale, Forum Droghe, Ires Campania, Jesuit Social Network (Jsn) Italia, Lunaria, Movi, Movimento Rinnovamento democratico, Solidarietà e Cooperazione – Cipsi.

Info: www.idirittialzanolavoce.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti privati o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore.

Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
X