fbpx

Coalizione Italiana contro la Povertà: ”Per sconfiggere la crisi economica, eliminare la povertà nel mondo”

G7 FINANZIARIO: GCAP, NUOVE REGOLE GLOBALI
PER SCONFIGGERE LA CRISI ECONOMICA,
ELIMINARE LA POVERTA’ NEL MONDO
E RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO

Questo l’appello della Coalizione Italiana contro la Povertà (GCAP), che ha presentato oggi le sue proposte in occasione del vertice
dei Ministri delle Finanze del G7 svoltosi ieri e oggi a Roma

Roma, 14 febbraio 2009 – “I ministri delle finanze riuniti oggi a Roma devono prendere atto dell’impatto della crisi finanziaria sui paesi più deboli. Il numero delle persone che soffrono la fame ha raggiunto all’inizio del 2009 quasi un miliardo: non c’è tempo da perdere”, ha dichiarato oggi Laura Ciacci, portavoce della Coalizione italiana contro la povertà, durante la presentazione del documento G8 2009: le sfide globali e le proposte della società civile italiana. “Negli scorsi mesi, la Coalizione ha più volte scritto al Ministro Giulio Tremonti e al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, per sottoporre al governo le sue proposte, senza però avere nessuna risposta”.

“Alla vigilia del vertice di Roma”, prosegue Sergio Marelli, portavoce della Coalizione, “abbiamo chiesto con urgenza ai Ministri del G7 di mandare un chiaro messaggio al mondo: le sette economie più ricche non possono tirarsi indietro davanti ai loro impegni per finanziare lo sviluppo, confermati più volte in vari summit, inclusa la Conferenza di Doha sulla finanza per lo sviluppo del dicembre 2008″. C’è un ampio consenso sul fatto che gli aiuti internazionali siano perfino più importanti in tempo di crisi, quando i paesi in via di sviluppo si trovano ad affrontare le difficoltà legate alle diminuzione delle rimesse dall’estero, alla caduta degli investimenti e all’aumento dei prezzi”.

Attualmente – spiega la Coalizione – gli sforzi dei paesi G8 per raddoppiare i livelli di Aiuto Pubblico allo Sviluppo (APS) all’Africa, sono vanificati dalla fuoriuscita di risorse causata da fughe di capitali e dall’evasione fiscale. Secondo stime caute, l’evasione fiscale ammonta a circa mille miliardi di dollari all’anno. E’ dunque sempre più urgente che i leader dei sette paesi più industrializzati del mondo confermino gli impegni per gli aiuti ai paesi in via di sviluppo, per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e si impegnino a destinare, come promesso, lo 0.7% del PIL in APS entro il 2015. Chiediamo inoltre con urgenza ai Ministri delle Finanze del G7 di prendere atto dell’inadeguatezza del controllo pubblico e della regolamentazione della finanza, della mancanza di trasparenza e di accountability delle istituzioni finanziarie e di condannare il velo di segretezza offerto dai centri finanziari offshore, che sono tra le cause alla radice della crisi.

Il documento presentato oggi dalla Coalizione contiene oltre 40 pagine di analisi, denunce e proposte concrete e percorribili per affrontare le quattro crisi globali al centro della discussione del G8 e che richiedono con urgenza una forte assunzione di responsabilità da parte dei paesi membri. La Coalizione Italiana contro la Povertà (GCAP), rete di oltre 70 organizzazioni sostenuta da più di 10 milioni di cittadini, ha scelto di presentarlo oggi in occasione del Vertice dei Ministri delle Finanze e i Governatori delle Banche Centrali del G7, primo della serie di incontri ministeriali che porteranno al G8 de La Maddalena in luglio.

Per informazioni: stampa@gcap.it
www.gcap.it


Le seguenti associazioni aderiscono alla Coalizione italiana contro la povertà:

Acli, Action Aid, Agesci, Aifo, Amici dei popoli, Amref, ARCI-ARCS, Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo – AIDOS, Associazione Ong Italiane, Associazione Ricerca e Cooperazione, Azione per la salute globale Italia, Campagna delle Nazioni Unite per gli Obiettivi del Millennio, Campagna Riforma Banca Mondiale, CBM Italia, CCS, Centri per la pace Cesena e Forlì, Cestas, Cesvi, CGIL, Cilap Eapn Italia, CINI, Cipsi, CISL, Cisv, Cittadinanza Attiva, Civitas, CNCA, CND, Coopi, Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, CTM Altromercato, DPI-Italia, F.I.S.H, FEDERHAND ONLUS, Fivol, Fondazione Banca Etica, Fondazione Colombia te quiere ver, Forum del Terzo Settore, ICS, Intervita Onlus, Ipsia, Istituo Oikos Onlus, Istituto di Cooperazione Internazionale Progetto Sud, La Gabbianella, Legambiente, Link 2007-Cooperazione in Rete, LVIA – Focsiv, Mani Tese, Masci, Medici con l’Africa-CUAMM, Movimondo, OIRD-CICS, Osservatorio Italiano sull’Azione Globale contro l’AIDS, Oxfam International e Ucodep, PeaceWaves Onlus, Progetto Mondo-MLAL, Retedonnesenzadominio, Save the Children Italia, Sdebitarsi, Segreteria Provinciale del Sindacato FILCA-CISL di Bergamo, Social Watch Italia, Tavola della Pace, Tavola della Riconciliazione e Pace di Benevento, Telefono Azzurro, Terre des Hommes Italia, Transnational Organisation for Development, Employment, Social and Youth (T.O.D.E.S.Y.), UIL, Unicef Italia, Unimondo, Vides Internazionale, Vis, Volontari nel mondo- Focsiv, WWF Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti privati o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore.

Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
X