fbpx

Eletto il nuovo Consiglio nazionale del CNCA

Oggi a Rimini le elezioni. Eletto il nuovo Consiglio nazionale del CNCA. Lucio Babolin, presidente uscente, è risultato il candidato più votato.

 

ROMA – Oggi, a Rimini, si è conclusa l’assemblea nazionale del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) con l’elezione del nuovo Consiglio nazionale della Federazione. Il candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti è stato il presidente uscente Lucio Babolin, che – pertanto – sarà presto riconfermato nel ruolo di guida del Coordinamento. Babolin ha ottenuto ben 174 dei 185 voti espressi.

Insieme a lui comporanno il nuovo Consiglio nazionale della Federazione: Franco Balzi, Giuseppe Battaglia, Giordana Bertoldi, Pasquale Calemme, Massimo Costantini, Carlo De Angelis, Riccardo De Facci, Francesco Di Giovanni, Claudio Figini, Dario Fortin, Joli Ghibaudi, Diego Giacometti, Mauro Giacosa, Matteo Iori, Fabrizio Longhi, Anna Martini, Teresa Marzocchi, Enrico Palmerini, Giacomo Panizza, Annalia Savini, Maria Stagnitta, Marco Vincenzi, Armando Zappolini.

Babolin, al termine delle votazioni, ha espresso un invito rivolto alla politica: “Chiediamo alle istituzioni luoghi di confronto che riconoscano esplicitamente la soggettualità politica delle organizzazioni della società civile. Non diamo deleghe politiche a nessuno. Siamo, perciò, preoccupati da come il Governo in carica si sta muovendo su questo fronte: non si è ancora aperta una vera interlocuzione tra l’esecutivo e il mondo della solidarietà.”

Infine, Babolin ha indicato le quattro priorità su cui la Federazione intende impegnarsi nel prossimo quadriennio – immigrazione, lavoro, carcere, gravi marginalità – e messo in evidenza il processo di regionalizzazione che la Federazione sta attuando progressivamente: “La trasformazione delle Aree regionali in Federazioni regionali, dotate di uno statuto giuridico proprio”, ha chiarito Babolin, “si propone anche di rafforzare la nostra soggettività politica a livello regionale e locale. Saremo, perciò, presenti in modo più incisivo anche sui diversi territori.”

Roma, 16 dicembre 2006

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti privati o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore.

Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
X