fbpx

Generare sociale in tempi inediti

Il “quaderno di lavoro” presentato all’ultima Assemblea nazionale

All’ultima Assemblea nazionale del CNCA è stato presentato il “quaderno di lavoro” Generare sociale in tempi inediti. Verso una nuova rappresentazione del sociale e del lavoro sociale (Comunità Edizioni).

Il testo è il frutto del cantiere “Generare sociale”, e raccoglie scritti di Carlo De Angelis, Marina Galati, Vincenzo Martinelli, Alessia Pesci, Antonio Samà, Stefano Trovato, Marco Vincenzi.

Il cantiere “Generare sociale” intende sviluppare un pensiero strategico del CNCA su come individuare, diffondere e sostenere lo sviluppo di esperienze e pratiche che si basano su modelli di sviluppo economico e sociale, capaci di tenere insieme:
• una concezione di solidarietà (sia in chiave interna e locale, che esterna e globale), collegata a quella di diritti umani per tutti, di beni comuni e di legalità;
• un’idea di territorialità, in senso di prossimità e vicinanza ai problemi e fenomeni sociali dove essi hanno origine, ma anche di legami con i soggetti che sono più vicini al rapporto con le persone e alla soluzione dei problemi;
• una concezione dello sviluppo economico in chiave sostenibile da un punto di vista ambientale e sociale.

Ecco le domande che hanno guidato il cantiere:
• A partire dalla nostra quotidianità come stiamo affrontando le questioni che questo ‘tempo inedito’ ci sta ponendo? Cosa stanno producendo nei nostri gruppi e nei territori? Come stiamo reinterpretando la nostra funzione?
• Quali sperimentazioni e innovazioni sta sviluppando il nostro mondo, da solo o in collaborazione con altri soggetti?
• Che nuovo sociale emerge da questi sviluppi? E come lo trasmettiamo? Chi sono gli attori e le figure professionali che possono sostenere questi processi?

Il cantiere si è posto come obiettivo di dare avvio ad un percorso di riflessione e coproduzione tra i gruppi del CNCA al fine di:
1. Delineare una nuova rappresentazione del sociale e del lavoro sociale: reinterpretando” il prendersi cura”; allargando il posizionamento del CNCA verso nuove prospettive che includano il sociale in costante relazione con l’ambiente, la cultura, l’economia e ricontestualizzando il proprio operato all’interno di una prospettiva europea e mediterranea.
2. Approfondire il tema della democrazia partecipata e delle diverse forme di partecipazione attiva dei cittadini e dei gruppi sociali. Rivisitare le attuali forme organizzative dei nostri gruppi (intra ed inter-gruppo) alla luce dei processi e modelli di democrazia partecipata. 
Elaborare e sperimentare nuovi modelli gestionali che innovino processi e modelli organizzativi più attenti a forme di democrazia sempre più partecipata (lavorare anche a partire dalla capacità di destrutturare ciò che è rigido dei nostri sistemi e che non aiuta ad innescare nuovi processi)
3. Dare forme concrete alle nuove economie emergenti nell’ottica del bene e dei beni comuni, come ad esempio agricoltura sociale, riconversione ecologica della società, housing sociale e bio-costruzione. Innescare processi di innovazione sociale nelle realtà territoriali dove siamo radicati e tra realtà inter-territoriali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti privati o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore.

Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
X