fbpx

In Italia più di 800mila dipendenti da gioco d’azzardo

Presentati ieri i risultati della Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani 2011

Il 15 dicembre è stata presentata alla stampa la Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani 2011, curata dall’Associazione Centro sociale Papa Giovanni XXIII e coordinata dal Conagga (Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d’azzardo) in collaborazione con il CNCA. In essa vengono stimati in oltre 800mila le persone dipendenti da gioco d’azzardo nel nostro paese e in quasi due milioni i giocatori a rischio. L’11% dei giovani giocatori è stimato come “patologico”.

La conferenza stampa è stata un’anticipazione del Convegno Nazionale sul Gioco d’Azzardo che si è tenuto il giorno seguente a Vignola di Modena.

Nel nostro Paese il gioco d’azzardo è un fenomeno in costante crescita: dopo i 61 miliardi di euro spesi nell’azzardo in Italia nel 2010, saranno oltre 74 miliardi di euro quelli spesi nel 2011.

L’Associazione Onlus “Centro Sociale Papa Giovanni XXIII” da 11 anni si occupa del fenomeno dell’azzardo e delle sue ripercussioni sociali; in vista del Convegno Nazionale sul gioco d’azzardo, ha presenato tre prodotti molto innovativi:

1) La ricerca “Pensieri Magici” mostra cosa influenza gli italiani nel credere che la fortuna possa essere a “portata di mano”. Ma soprattutto dimostra quanto le multinazionali del gioco utilizzino appositi stratagemmi per promuovere meccanismi cognitivi illusori. Contiene uno studio fatto sui gratta e vinci più venduti in Italia.

2) La “Ricerca nazionale sul gioco d’azzardo” permette di comprendere meglio il fenomeno italiano: chi gioca d’azzardo, che titolo di studio ha, quanti sono i giocatori a rischio, quanti quelli patologici, quanti i minori che giocano, che caratteristiche socio-lavorative hanno i giocatori, quanto spendono, quali differenze di genere e altro ancora.

3) Infine è stato presentato “Ma a che gioco giochiamo?“, un libro con un dvd allegato. Il libro sul gioco d’azzardo contiene le analisi dei maggiori esperti nazionali sul tema, la storia della moglie di un giocatore d’azzardo, i riferimenti sulle realtà che si occupano del problema, i dati dei giocatori accolti in trattamento, la presentazione di buone prassi e analisi sociali. Quasi trecento pagine di approfondimenti inediti in Italia. Al libro è allegato un dvd pensato per le scuole e le istituzioni che approfondisce i temi legati al contesto economico dell’azzardo, alla lobby del gioco, alle connessioni con la politica, col marketing, con la criminalità organizzata, con le dipendenze ed altro ancora.

Scarica i risultati della Ricerca nazionale sul gioco d’azzardo.

Guarda una sintesi del dvd.

Per ulteriori informazioni e info sulla conferenza:
Laura Canna tel. 0522/532036, cell. 349/2547402, mail: info@libera-mente.org
o Matteo Iori 329/6707300.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti privati o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore.

Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
X