fbpx

Tossicodipendenti e carcere

Seminario organizzato dalla Società della Ragione in collaborazione anche con il CNCA Toscana (Firenze, 25-26 marzo)

TOSSICODIPENDENTI E CARCERE

Seminario organizzato dall’Associazione La Società della Ragione
in collaborazione con Forum Droghe, Fondazione Michelucci, Cnca Toscana,
Magistratura Democratica, Camera Penale di Firenze, Antigone, Cgil

Centro Sudi Cisl, Via della Piazzola, 71 – Firenze – 25/26 marzo 2011

Con la legge antidroga del 2006, il canale “speciale” per l’affidamento in prova a fine terapeutico dei tossicodipendenti è stato modificato, da un lato ampliandolo con l’innalzamento del tetto di pena, dall’altro limitandolo con l’introduzione di nuovi vincoli, quali ad esempio quelli sulla recidiva. Tutto ciò, insieme al drastico innalzamento delle pene previste nel nuovo testo, ha portato ad un aumento della persone tossicodipendenti in carcere e ad una caduta delle misure alternative terapeutiche, come dimostrano i dati (sia nazionali che toscani) della recente ricerca condotta da Forum droghe e Fondazione Michelucci e finanziata dalla Regione Toscana e pubblicata nel volume La lotta alla droga. I danni collaterali. Oggi più che mai si può dire che l’emergenza sovraffollamento del carcere proviene essenzialmente dall’applicazione della legge antidroga.

Per questa ragione, da tempo un cartello di associazioni ha lanciato un appello rivolto ai governi regionali e nazionale per rilanciare le alternative terapeutiche, impegnandosi nella stesura di progetti operativi che vedono coinvolte in prima linea le strutture terapeutiche del Cnca.

Il seminario, rivolto principalmente al quadro dirigente delle associazioni ed enti ausiliari e ai dirigenti dei servizi pubblici, si propone come momento di riflessione e aggiornamento sull’intera materia, particolarmente intricata per il continuo sovrapporsi di nuove norme (ad esempio va esaminata la modalità di applicazione del comma sette dell’art. 1 della Legge Alfano sulla detenzione domiciliare per le pene sotto i 12 mesi che per i tossicodipendenti fa riferimento a un programma di recupero diverso dall’art. 94 del Dpr 309 del 1990). L’incontro offrirà inoltre la possibilità di valutare i risultati dei rapporti intercorsi fra le associazioni proponenti l’appello e le istituzioni regionali (e il governo) e rimettere a punto l’ iniziativa.

Il Seminario è a numero chiuso.

Informazioni e iscrizioni:

Bozza di programma

Venerdì 25 marzo

Ore 13,30 Introduzione Maria Stagnitta, (vicepresidente Forum Droghe)

Ore 14,00 Illustrazione dell’Appello “Le carceri scoppiano, Liberiamo i tossicodipendenti”: Franco Corleone

Ore 14,30 Illustrazione della Proposta operativa presentata al Dipartimento Politiche Antidroga: Leopoldo Grosso (Gruppo Abele – Torino) e Cecco Bellosi (Comunità Il Gabbiano – Como)

Ore 15 – 17

Primo Workshop

L’applicazione della legge antidroga e le misure alternative

Coordina Sandro Margara

Interventi di: Patrizio Gonnella, Gianfranco Politi, Susanna Falchini, Antonietta Fiorillo

Ore 17.30 – 19.30

Secondo Workshop

I programmi alternativi al carcere: problematiche e modelli operativi

Coordina Fabrizio Mariani

Interventi di: Antonio Lucchesi, Luca Manfredini, Henri Margaron, Umberto Paioletti, Stefano Regio, Fabio Scaltritti

Parteciperanno i rappresentanti delle comunità e dei servizi che accolgono utenti in misure alternative

Sabato 26 marzo

Ore 9

Restituzione lavori

Riccardo De Facci

Ore 9.30

Dibattito

Ore 11.30

Illustrazione del percorso della Regione Toscana

Arcangelo Alfano, Lorenzo Roti, Paola Trotta

Ore 12.30

Conclusioni

Assessore alla Salute Daniela Scaramuccia

Sono stati invitati per la partecipazione alla discussione: Anna Addazi, Stefano Anastasia, Hassan Bassi, Gianluca Borghi, Giuseppe Bortone, Francesco Ceraudo, Maurizio Coletti, Iole Ghibaudi, Angela Guidi, Franco Maisto, Patrizia Meringolo, Michele Passione, Achille Saletti, Alessio Scandurra, Massimo Urzi, Beppe Vaccari, Stefano Vecchio, Alberto Zanobini, Grazia Zuffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti privati o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore.

Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
X