fbpx

Un’indagine pubblica sull’Hiv/Aids rivolta alle associazioni e ai loro utenti

La promuovono l’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e la Fondazione Smith Kline

Qual è la cosa più importante da fare nel prossimo futuro in Italia per fermare la diffusione dell’HIV e curare al meglio le persone con AIDS?

E’ il tema dell’indagine pubblica a cui le persone direttamente interessate al tema dell’HIV e AIDS – sia operatori delle associazioni che persone con hiv loro utenti – possono rispondere andando al link http://partecipasalute.it/questHIVAIDS/pubblica.php.

Il progetto “Priorità AIDS” – promosso dall’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e dalla Fondazione Smith Kline – ha l’obiettivo di mettere a punto una lista di priorità per interventi sanitari, assistenza, prevenzione, informazione e ricerca per i prossimi 5 anni in Italia, rispetto a un elenco di aree proposte. Per fare questo sono state organizzate l’indagine pubblica online ora in corso e un’indagine precedente rivolta alle associazioni che si occupano di HIV e AIDS.

Le aree oggetto dell’indagine sono state definite sulla base della letteratura e sono state condivise dai promotori e discusse con il comitato guida, composto da sette rappresentanti di associazioni, due clinici, un epidemiologo.

L’indagine è rivolta a persone che non hanno formazione medica e non praticano professione medica.

Le priorità che risulteranno da queste indagini (pubblica e rivolta alle associazioni) saranno discusse in un incontro con i componenti del Comitato guida, un campione di associazioni rispondenti all’indagine, rappresentanti di industrie farmaceutiche di settore, decisori di politica sanitaria, per arrivare alla stesura di un documento condiviso.

Le priorità e i contenuti del documento saranno resi pubblici e divulgati attraverso pubblicazioni scientifiche e articoli divulgativi su siti e carta stampata. In particolare il materiale prodotto sarà pubblicato sul sito Partecipasalute e sarà utilizzabile da tutte le associazioni partecipanti al gruppo di lavoro e al progetto, che vorranno farsi promotrici delle priorità emerse. Le priorità saranno inoltre disseminate anche tra rappresentanti del mondo politico-istituzionale, sanitario e regolatorio, clinici, società scientifiche, aziende farmaceutiche, giornalisti e ricercatori.

Leggi tutto

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti privati o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull'utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore.

Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy
X