Formazione dei giovani in servizio civile, attivata la FAD

L’epidemia di Covid-19 ha costretto anche noi del CNCA a rivedere le modalità organizzative delle nostre attività, ricorrendo in modo esteso agli strumenti online. Anche la formazione per i giovani che iniziano il servizio civile in un’organizzazione aderente al CNCA è stata fatta utilizzando una piattaforma in rete, quella di Google Meet.

115 ragazzi hanno partecipato alla formazione, che ha toccato i seguenti temi: l’identità del gruppo in formazione e patto formativo; dall’obiezione di coscienza al Servizio civile nazionale e universale: evoluzione storica, affinità e differenze tra le due realtà; il dovere di difesa della Patria – difesa civile non armata e nonviolenta; la normativa vigente e la Carta di impegno etico; la formazione civica; la solidarietà e le forme di cittadinanza; la protezione civile; la rappresentanza nazionale dei volontari nel Servizio civile; presentazione del Coordinamento Nazionale Comunità Accoglienza; il lavoro per progetti; diritti e doveri del volontario del Servizio civile; comunicazione interpersonale e gestione dei conflitti.

Ogni giovane ha usufruito di 30 ore fra lezioni frontali e lavori di gruppo, a cui vanno aggiunte 12 ore di lavoro individuale nella FAD dedicata. Si è trattato di uno sforzo notevole, che ha previsto anche delle sessioni di formazione in parallelo. I formatori sono stati Jamil Amirian, Giuseppina De Angelis, Giuseppe Fabiano, Luigi Mangieri, Luigi Nardetto e Lorenzo Zanarini.

Print Friendly, PDF & Email
X