Progetti in corso

EduforIst

Titolo del progetto: Sviluppo di strumenti tecnici e pratici per lo svolgimento di attività educative e formative in ambito di sessualità, relazioni affettive e prevenzione delle IST (Infezioni Sessualmente Trasmesse) nel contesto scolastico (EduforIst)

Ente attuatore: Università di Pisa

Altri partner istituzionali: Istituto Superiore di Sanità, Università La Sapienza di Roma, Università di Foggia, Università di Verona

Associazioni CTS sez. M coinvolte: Circolo Mario Mieli (Ass. Capofila), Anlaids, Arcigay, Caritas, CICA, CNCA, Croce Rossa Italiana, LILA.

Razionale:
Le Infezioni Sessualmente Trasmesse (IST) costituiscono un gruppo di malattie infettive molto diffuse in tutto il mondo e rappresentano un problema rilevante per la salute pubblica. Circa il 20% della prevalenza di IST riguarda giovani tra i 15 e i 24 anni di età, rendendo urgenti azioni volte a investire sul benessere dei giovani e dei molto giovani, prima del debutto sessuale. Il progetto, voluto e finanziato dal Ministero della salute si propone di raggiungere come esito finale un documento tecnico di riferimento atto a promuovere lo sviluppo e l’attuazione di attività educative e formative in ambito di sessualità, relazioni affettive e prevenzione delle IST nel contesto scolastico, attraverso lo sviluppo di linee di indirizzo e di strumenti didattici che possano coadiuvare le attività operatori scolastici, educatori e altre figure professionali sul territorio nazionale.

Obiettivo generale: L’obiettivo del progetto è di promuovere, anche in relazione agli aspetti affettivi ed emozionali, la salute sessuale e di prevenire la trasmissione di malattie sessualmente trasmesse nei giovani attraverso lo sviluppo di un modello di intervento educativo da attuare nelle scuole

Obiettivi specifici:

  1. Identificazione di opportuni riferimenti documentali nazionali ed internazionali e identificare buone pratiche nel territorio – desk review – raccolta e valutazione dei documenti normativi, linee di indirizzo e linee guida prodotte a livello nazionale o sovranazionale nell’ambito specifico di interesse – e di una call for good practices – rivolta alle associazioni ed enti che sul territorio hanno svolto/svolgono con successo interventi di educazione e formazione in ambito di sessualità, relazioni affettive e prevenzione delle IST nel contesto scolastico – nelle aree geografiche selezionate per la conduzione del progetto: Lombardia , Toscana, Lazio e Puglia.
  2. Elaborazione di un documento di riferimento per lo sviluppo di interventi educativi da attuare nelle scuole
  3. Sviluppo di un pacchetto di strumenti per l’implementazione degli interventi educativi da attuare nelle scuole
  4. Divulgazione dei risultati sul territorio nazionale

Risultati attesi:

  1. Sviluppo di un documento tecnico di riferimento che definisca le linee di indirizzo e strumenti didattici per l’attuazione attività educative e formative in ambito di sessualità, relazioni affettive e prevenzione delle IST nel contesto scolastico
  2. Definizione di un pacchetto di strumenti per interventi educativi nelle scuole disponibile e di un protocollo per l’intervento nei 4 centri scolastici
  3. Divulgazione dello strumento

Il CNCA, oltre a partecipare alla cabina di regia del progetto, parteciperà ai lavori dei 4 gruppi regionali di lavoro (Lombardia, Toscana, Lazio, Puglia) e, relativamente all’obiettivo specifico 1 coordinerà le azioni di rilevazione good practices nella regione Toscana.

Durata progetto: febbraio 2020-luglio 2022

Coordinamento: per il CNCA le attività avranno come riferimento Maria Stagnitta, delegata in Consiglio nazionale per la tematica Hiv e come coordinamento operativo Antonella Camposeragna con il supporto della segreteria nazionale del CNCA.

X